Nelle ultime settimane il fronte orientale è tornato ad accendersi con una crescita esponenziale della tensione tra Ucraina e Russia.

Secondo numerose fonti la Russia avrebbe circondato l’Ucraina portando al confine oltre 100.000 soldati e un enorme numero di mezzi di artiglieria, corazzati e aerei da guerra.1https://www.rainews.it/archivio-rainews/articoli/russia-finite-esercitazioni-di-dieci-mila-soldati-vicino-ucraina-ma-occidente-accusa-mosca-di-averne-ammassato-centomila-al-confine-d8b31fc4-cebe-4e05-a444-abd72b6b722f.html

Questo ha provocato la reazione della NATO che, nell’ottica di difendere gli interessi e la sicurezza dei Paesi vicini, ha inviato in Ucraina ingenti aiuti umanitari, militari e garantito sostegno politico a livello internazionale.2https://www.rainews.it/articoli/2022/01/crisi-ucraina-la-nato-invia-truppe-e-mezzi-nelleuropa-dellest-0ba33e8a-db76-4056-94ed-e32e9ea89f54.html

Prima di addentrarci nella spinosa questione tra Russia e Ucraina è bene però ricostruire cronologicamente gli eventi.

Cronologia della crisi tra Russia e Ucraina (2014-2022)

NOVEMBRE 2013: Proteste per l’Euromaidan scoppiarono a Kiev, la capitale dell’Ucraina, dopo che il Presidente Viktor Yanukovych, decise di annullare gli accordi di libero scambio con l’UE favorendo invece l’avvio di legami più stretti con la Russia.3https://www.lastampa.it/blogs/2013/12/13/news/kiev-cruciale-il-ruolo-dei-social-media-nelle-proteste-pro-eu-1.37254372

FEBBRAIO 2014: La situazione peggiorò ben presto quando la polizia, nel tentativo di sedare le proteste, decise di sparare contro la folla utilizzando proiettili veri anzichè di gomma come fino a quel momento erano stati usati.4https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/20/ucraina-finisce-la-tregua-evacuato-parlamento-insorti-prendono-in-ostaggio-50-poliziotti/887828/
Il parlamento ucraino votò dunque per mettere sotto accusa il Presidente Yanukovich e il governo ad interim, ottenuto l’appoggio del parlamento, emise un mandato d’arresto.
Yanukovich riuscì però a fuggire in Russia, invocando al “colpo di stato” e incitando la popolazione ucraina a ribellarsi.5https://www.corriere.it/esteri/14_febbraio_24/yanucovich-arrestato-crimea-7cd56076-9d27-11e3-bc9d-c89ba57f02d5.shtml

FEBBRAIO-MARZO 2014: Al fine di assicurare la sicurezza dei cittadini filorussi, le truppe russe invasero la Crimea e la occuparono impossessandosi del parlamento regionale e di tutti gli edifici governativi.6https://naples.mfa.gov.ua/it/news/oggi-il-20-febbraio-2014-la-russia-ha-iniziato-loccupazione-illegale-della-crimea-ucraina-cosi-e-iniziata-laggressione-militare-russa-contro-lucraina-che-ancora-continua

MARZO 2014: Il parlamento regionale tenne dunque un referendum popolare sullo status della Crimea ottenendo il 95% dei voti favorevoli a una possibile adesione alla Federazione Russa.
La Russia dunque firmò un trattato con i leader della Crimea arrivando a riconoscere ufficialmente l’annessione della regione alla Federazione Russa.7https://www.repubblica.it/esteri/2014/03/16/news/al_via_il_referendum_in_crimea_risultati_attesi_gi_per_questa_sera-81112278/

In risposta, i leader del G8 rimossero immediatamente la Russia dal gruppo che da lì in avanti prese il nome di G7.8https://www.ilpost.it/2014/03/24/esclusione-russia-g8/
L’annessione della Crimea da parte della Russia fu inoltre dichiarata illegale attraverso una risoluzione non vincolante adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.9https://www.un.org/en/ga/search/view_doc.asp?symbol=A/RES/68/262

APRILE 2014: Migliaia di militanti separatisti filo-russi presero il controllo della regione del Donbas nell’Ucraina orientale. 10https://www.rt.com/news/ukraine-donetsk-protest-russia-733/
Pur negando di essere direttamente coinvolta nel conflitto, la Russia sembrerebbe aver giocato un ruolo chiave anche su questo fronte che ha ulteriormente contribuito a destabilizzare l’Ucraina.

MARZO-DICEMBRE 2014: Nel corso dell’anno, a seguito dell’occupazione della Crimea, la Russia circondò interamente l’Ucraina portando al confine decine di migliaia di soldati al fine di preservare l’integrità della nuova regione, minacciando a più riprese una possibile invasione dell’Ucraina.11https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2014/03/27/kiev-100.000-soldati-russi-a-confine_865080cf-e594-42ab-9395-c68a5c80bcbb.html
Per questi motivi, tra gli altri, Stephen Harper, ex primo ministro canadese, annunciò numerose sanzioni contro società e personalità influenti, russe e ucraine, coinvolte direttamente o indirettamente nell’annessione della Crimea e nel movimento separatista nel Donbas.12https://www.cbc.ca/news/world/stephen-harper-at-g20-tells-vladimir-putin-to-get-out-of-ukraine-1.2836382

Per rappresaglia, la Russia impose il divieto d’ingresso nel Paese a 13 ambasciatori e a numerosi funzionari canadesi.

5 SETTEMBRE 2014: Accordi di Minsk per raggiungere un’intesa sulla Pace in Ucraina orientale. 13https://it.wikipedia.org/wiki/Protocollo_di_Minsk

REUTERS/Grigory Dukor

GIUGNO 2016 – MARZO 2021: Vennnero imposte ulteriori sanzioni da parte dei Paesi del G7 a numerose persone e società russe o ucraine fedeli ai separatisti.

LUGLIO 2019: L’attore e comico Volodymyr Zelensky venne eletto Presidente dell’Ucraina con una maggioranza assoluta, inaugurando una nuova era nelle relazioni Ucraina-Russia. 14https://www.corriere.it/esteri/19_aprile_21/elezioni-ucraina-exit-poll-comico-zelensky-eletto-presidente-il-73percento-voti-a2bcd50c-644c-11e9-bab9-93b21bc31812.shtml

SETTEMBRE 2019: Scoppio dello “scandalo dei fondi congelati” che vide l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, bloccare 400 milioni di dollari di aiuti destinati all’Ucraina al fine di costringere il Presidente Zelensky a indagare sul rivale politico Joe Biden e la sua famiglia al fine di ottenere un vantaggio schiacciante nelle future elezioni. 15https://tg24.sky.it/mondo/2019/09/28/trump-ucraina-biden

NOVEMBRE 2021: Le immagini satellitari hanno mostrato un enorme accumulo di truppe russe al confine con l’Ucraina, alimentando i timori di una nuova potenziale invasione.
Zelensky ha affermato che la Russia ha mobilitato più di 100.000 soldati, insieme a carri armati, artiglieria pesante e aerei da guerra.

7 DICEMBRE 2021: Il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avviato un colloquio con Putin nel quale il Presidente russo avrebbe chiesto alla NATO di garantire la fine dell’espansione verso est dell’Alleanza Atlantica mentre Biden avrebbe minacciato di imporre dure sanzioni economiche, anche personali, nei confronti del Presidente Putin, se la Russia dovesse decidere di invadere l’Ucraina. 16https://www.theguardian.com/world/2021/dec/07/joe-biden-vladimir-putin-virtual-summit-ukraine-russia

2 GENNAIO 2022: In una telefonata con Zelensky, Biden ha promesso che gli Stati Uniti e gli alleati agiranno negli interessi dell’Ucraina se la Russia dovesse avviare un’invasione del Paese. 17https://www.rainews.it/articoli/2022/01/Usa-Casa-Bianca-Biden-chiamera-il-presidente-ucraino-Zelensky-f6529d2f-eb5b-4e0c-8e3a-2cf0acebf78e.html

13 GENNAIO 2022: In Ucraina si è verificato un imponente attacco hacker che ha coinvolto tutti i siti istituzionali e governativi.18https://tg24.sky.it/mondo/2022/01/17/ucraina-russia-attacco-hacker-accuse
L’Ucraina, pur non avendo prove, ha avanzato l’ipotesi che dietro gli attacchi ci fosse proprio la Russia.

22 GENNAIO 2022: Il governo britannico ha accusato la Russia di aver organizzato un piano per soppiantare il governo ucraino nel Paese per sostituirlo con un’amministrazione filo-russa che sarebbe stata guidata, potenzialmente, dall’ex membro del parlamento ucrainao, Yevheniy Murayev.
Sia Murayev che il governo russo hanno negato le accuse, con quest’ultimo che ha incolpato i paesi NATO di alimentare la crisi russo-ucraina.19https://www.nytimes.com/2022/01/22/world/europe/ukraine-russia-coup-britain.html

26 GENNAIO 2022: A Parigi si è tenuto un incontro del “Normandy format” tra Russia, Ukraina, Germania e Francia a cui è seguita una lunga chiamata, il 28 gennaio, tra il Presidente francese Macron e il Presidente russo Putin.20https://www.reuters.com/world/political-advisers-hold-four-way-talks-ukraine-paris-2022-01-22/
Dall’incontro è emersa la volontà di ritirare, da parte dell’amministrazione ucraina, la controversa proposta di legge per la reintegrazione della Crimea e della regione del Donbas, che era stata oggetto di enormi tensioni tra Ucraina e Russia poichè considerata ostile agli accordi di pace raggiunti a Minsk nel settembre del 2014.21https://news.fox-24.com/news/286185.html

31 GENNAIO 2022: Si è riunito il Consiglio di Sicurezza dell’ONU per discutere della crisi tra Russia e Ucraina senza però essere, almeno per il momento, risolutivo. 22https://www.theguardian.com/world/2022/jan/31/un-security-council-meets-to-discuss-ukraine-crisis

Quali saranno dunque i possibili scenari nell’ambito della crisi tra Russia è Ucraina?

Il primo scenario riguarderà probabilmente un accordo diplomatico tra i due Paesi e la NATO, questo scenario è estremamente probabile.

Il secondo scenario potrebbe riguardare un’occupazione del Donbas da parte della Russia o comunque il riconoscimento della regione separatista come parte della Federazione Russa come successo con la Crimea nel 2014.

Il terzo scenario, molto meno probabile ma possibile, è quello di una possibile invasione russa dell’Ucraina con la presa di Kiev.

Al momento la situazione è poco chiara con numerosi Paesi, tra cui Australia e Stati Uniti, che hanno imposto il ritiro dall’Ucraina di una parte del corpo diplomatico non essenziale e dei familiari dei funzionari d’ambasceria a scopo preventivo.

Fino al 20 febbraio la Russia e la Bielorussia hanno inoltre in programma delle esercitazioni militari congiunte che stanno spaventando gli analisti anche se al momento la situazione è di calma apparente tanto che il Ministero del turismo ucraino ha avviato una campagna al fine di convincere i turisti a visitare il Paese ribadendo l’assenza di possibili pericoli.23https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2022/01/18/truppe-russe-in-bielorussia-per-esercitazioni_ef3f7b61-a144-4c41-8df6-c44fe94bcc27.html

Di Leonardo Vilona

Mi chiamo Leonardo Vilona, ho 26 anni e sono un docente di scuola secondaria. Sono laureato triennale in Storia, Antropologia e Religioni. Titolo di laurea conseguito all’Università La Sapienza di Roma nel 2019. Sono laureato magistrale in Scienze Storiche. Medioevo, età moderna, età contemporanea. Titolo di laurea conseguito all'Università La Sapienza di Roma nel 2021 con votazioni di 110/110. Sono un appassionato di storia, attualità, letteratura, politica, sport e di esport, nel tempo libero inoltre mi dedico al gioco degli scacchi e al tennistavolo. Se volete mandarmi un messaggio privato inviate una mail a: leonardo.vilona@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »