Ho pensato a lungo a cosa potesse significare la parola “libertà” durante i giorni di isolamento.
Scorrendo tra le immagini del Fitet Lazio – Comitato Regionale Lazio ho trovato questa: meravigliosa espressione di libertà, ribellione e coraggio.

L'immagine può contenere: una o più persone e persone che praticano sport

La racchetta dietro quella rete rappresenta il nostro momento.
Quella racchetta vorrebbe andare dall’altra parte, cambiare campo, il set però sembra non finire, teso, struggente, drammatico.
Allora quel telaio di legno si erge in tutto il suo splendore e con un occhio desideroso butta lo sguardo oltre quelle trame scure.

Vorrebbe giocare ancora quella racchetta, vorrebbe divertirsi ancora, vorrebbe avere la forza di spingere oltre l’ostacolo nuove palline.
Vorrebbe vedere nuovi sorrisi, volti gioiosi per un’impresa sportiva, vorrebbe incrociare lo sguardo di nuovi arbitri che con meticolosa attenzione la andranno a controllare.

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio al chiuso

Da dietro quella rete osserva l’orizzonte, proiettato all’infinito e coraggiosamente verso il futuro.
In lontananza, sbiadite, rassegnate e stanche ci sono altre racchette, proprio come lei, la guardano con invidia e uno strano desiderio di lotta, di determinazione, di volontà.

Un desiderio che fa accendere nei cuori la più brillante e lucente fiamma della passione.

Quando tutto sarà finito torneremo sui campi, toglieremo la polvere da quelle racchette e come nelle più belle storie lanceremo quella pallina oltre la rete, oltre quel confine che per giorni e per una importantissima causa di responsabilità civile ha rappresentato il limite della nostra libertà, abbattendo le distanze e unendo i cuori.

Insieme possiamo farcela. Distanti ma uniti. Una racchetta oltre la rete. 🏓🏓

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »