Vita e opere seguimi su facebook

220px-Étienne_Carjat,_Portrait_of_Charles_Baudelaire,_circa_1862

Charles Baudelaire nacque a Parigi nel 1821 da una famiglia benestante, in tenera età perse il padre e la madre si risposò con un ufficiale di carriera.

Appena raggiunta la maggiore età Baudelaire entrò in possesso della cospicua eredità paterna che tuttavia dissipò rapidamente a causa del tenore di vita sregolato.

Cominciò allora a lavorare come giornalista e critico d’arte e di musica, nel 1848 partecipò alla rivoluzione parigina per spirito di contestazione e di rivola.

Si diede poi nuovamente alla vita elegante e dispendiosa del dandy, ma incalzato dai debiti e dagli usurai si immerse nella vita squallida e miserevole della metropoli, cercando di evadere dai problemi attraverso l’alcol e la droga.

Nel 1857 pubblicò i “fiori del male”, la raccolta di poesie che segna la rottura definitiva con la tradizione e inaugura la lirica della modernità.

Nel 1862 pubblicò la sua seconda raccolta di poesie intitolata “Spleen di Parigi”.

Colpito da paralisi morì nel 1867, assistito dalla madre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »